Gregorio Patanè, mostra all’Arci Ravacciano

Enrica Tancioni
Vota questo articolo

cecina arci ravaccianoL’Arci di Ravacciano inaugura questo pomeriggio la mostra a cura del fotografo Gregorio Patanè, “Cecina 2009″.

Nella stessa giornata, presso il circolo Arci di Ravacciano, via Duccio di Buoninsegna 35/B, verrà proiettato il film, a cura della regista Sara Blecher, “Otelo burning”. La serata, che cade a pochi giorni dalla XXI edizione del Meeting Internazionale Antirazzista, organizzato dall’Arci nazionale presso Cecina, servirà per anticipare i temi dell’incontro.

Il Circolo Arci di Ravacciano, da sempre impegnato nel sociale e apertamente schierato per l’integrazione tra i popoli, promuove questo importante evento, per il quartiere e la città, e dà la possibilità di conoscere e apprezzare il lavoro che il fotografo di fama nazionale ha svolto, proprio a Cecina, nel luglio del 2009. Alle 17:30 verrà proiettato Otelo burning; storia avvincente e dai risvolti profondi e drammatici, di un gruppo di surfisti che vive nel Sud Africa dell’apartheid. A seguire, dibattito alla presenza di Simone Ferretti (responsabile Migranti dell’Arci Toscana) e di Gregorio Patanè.

GregorioPatanè_web

Foto di Leonardo Scarriglia

Gregorio Patanè nasce nel 1974 a Crotone dove vive e fotografa. Considera il suo fotografare un “incontro”, un modo di relazionarsi con il mondo, nel tentativo di raccontare il tempo ed i luoghi in cui vive. Porta avanti diversi progetti personali ed insieme agli amici soci segue le attività del Gruppo Fotoamatori Crotone.

Attratto dalla possibilità di scambio tra i linguaggi, ama fotografare il teatro e la musica, con una particolare attenzione per il Jazz. Ha seguito diversi workshop di fotografia, che gli hanno permesso di incontrare grandi esperienze della fotografia italiana. Convinto della funzione sociale della fotografia, avverte la necessità di raccontare le contraddizioni del nostro tempo.

“Hotel Margherita” nasce dall’incontro con un gruppo di ragazzi afgani, arrivati in Italia con la speranza di un futuro migliore, costretti a dormire in ripari di fortuna nei giardini di Viale Regina Margherita, storico viale di Crotone. Con “Hotel Margherita”  è stato proclamato autore dell’anno F.I.A.F Calabria 2012.

ultimo aggiornamento:
Enrica Tancioni
Enrica Tancioni

Enrica Tancioni nasce a Crotone il 6 Aprile del 1982, sin da piccola dimostra un interesse al limite del patologico per tutto quello che è colore. I pastelli a cera sono i suoi compagni di giochi preferiti, non se ne separa mai ed all’età di 6 anni.  

MENU