Senti che luna, l’Arci partecipa a M’illumino di meno

Redazione
Vota questo articolo

senti che lunaAnche l’Arci Crotone aderisce all’iniziativa #MilluminoDiMeno. In collaborazione con i circoli “il Barrio“, “Gli spalatori di nuvole” e “Lecentocittà“, nell’ambito dell’iniziativa nazionale di Radio2 M’illumino di Meno, organizza “Senti che luna” il primo programma radiofonico a lume di candela. Dalle 17 alle 19 del 24 febbraio in diretta dal Circolo Arci “Lecentocittà” e in diretta su Radio Barrio con musica e ospiti a tema.

M’illumino di meno 2017 è la festa del risparmio energetico lanciata da Caterpillar Radio2 nel 2004. Il 24 febbraio 2017 spegniamo le luci e accendiamo l’energia della condivisione.

In questi anni sono stati spenti i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. È successo quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata sempre più impellente. Le sfide energetiche si rinnovano, così M’illumino di Meno si rinnova grazie alla partecipazione di centinaia di migliaia di sostenitori che si mettono in gioco in prima persona con azioni concrete.

Oltre agli spegnimenti quest’anno Caterpillar invita tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Per questo Caterpillar invita tutti gli ascoltatori il 24 febbraio a condiVivere: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.

Quest’anno al mondo della scuola e dell’infanzia Caterpillar propone di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico e al mondo dello sport di mobilitarsi per il giorno di M’Illumino di Meno organizzando attività sportive di sensibilizzazione perché l’energia più pulita è quella che produciamo noi muovendoci senza inquinare.

ultimo aggiornamento:
Redazione
Redazione

MENU